Gli ispiratori e il loro messaggio personale

Ispiratrice Dott.ssa Susanne Heger

La Dr. Susanne Heger è cofondatrice dell’Iniziativa civile contro il rumore degli aerei a Vienna Ovest, e svolge la professione di avvocato. Nel 2006 il suo studio legale ha presentato alla Commissione UE numerose iniziative civiche inerenti reclami contro l’aeroporto di Vienna a causa dell’illegale ampliamento dell’Aeroporto di Vienna. L’annosa procedura così avviata si è conclusa infine, grazie all’intervento del Mediatore UE, con una Risoluzione del Parlamento Europeo del 12 marzo 2013 sulla Relazione speciale del Mediatore UE. In questa è stato dichiarato che l’ampliamento dell’Aeroporto di Vienna è avvenuto in infrazione della Direttiva UE sulla verifica della compatibilità ambientale. L’infrazione non è stata sanzionata. L’Aeroporto di Vienna immette sul mercato mondiale le sue prestazioni di servizio, sfruttando così con successo una capacità ottenuta illegalmente.

“Come Avvocato di uno stato democratico di diritto, sono profondamente colpita dagli sviluppi in corso nell’aviazione. La concessione di privilegi all’aviazione è diventato un dogma politico, lo stato giuridico è sottoposto all’aviazione, le Autorità e i media si schierano ampiamente dalla parte dell’aviazione. Per me è inaccettabile la perdita di diritto di chi deve sopportare gli svantaggi dell’aviazione.”


Ispiratrice Dott.ssa Jutta Leth

La Dott.ssa Jutta Leth è dottoressa specialista in psichiatria, psicoterapia e geriatria, e medicina ambientale. Già da quasi 20 anni membro di un’Iniziativa civile della sua comunità, le cui origini risalgono al 900 d.C. e che si trova nelle immediate vicinanze dell’Aeroporto di Vienna, lotta per gli interessi degli abitanti di questa regione. Questa regione è uno degli insediamenti più densamente popolati dell’Austria e si trova a confrontarsi con un’espansione totalmente sovradimensionata dell’Aeroporto di Vienna. Dal 2005 la Dott.ssa Jutta Leth è Mediatrice di una Commissione di iniziative civiche di Vienna, Bassa Austria e Burgenland, a cui i cittadini hanno aderito per impedire la costruzione di una terza pista. Nel 2012 la Dott.ssa Leth si è affidata ad un avvocato per presentare un’azione contro la Repubblica Austriaca e il Land NÖ per gli incombenti danni per la salute e la svalutazione del patrimonio immobiliare causati da questo progetto. Dopo una delibera positiva della Corte di Giustizia Europea, la procedura è tornata alla decisione dei Tribunali austriaci.


“Come madre e come medico sono inorridita dall’arbitrio e dal disagio di Autorità che mettono in gioco la salute di un’intera regione con leggerezza, per realizzare un progetto insostenibile sia economicamente che ecologicamente e che va contro qualsiasi ragionevole considerazione a livello di salvaguardia del clima e erosione del territorio. Io lotto affinché il nostro spazio vitale venga preservato e rimanga inalterato anche per la salute delle generazioni future. Io lotto affinché cittadini competenti si organizzino per difendere i loro interessi e combattano l’attuale politica dell’aviazione. Questo è un tipo di politica completamente superato che si assoggetta ai lobbisti di interessi personali.”